Borse dell'Europa dell'Est: Chiusura contrastata, ancora bene Mosca

L'indice RTS ha guadagnato l'1%. Seduta positiva anche per Budapest.

Le principali borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi contrastate.

L'indice RTS ha guadagnato a Mosca l'1% a 1.476,06 punti. I volumi di scambio sono scesi notevolmente rispetto a venerdì e sono stati molto bassi. Gazprom (RU0007661625) ha guadagnato l'1,8%. J.P. Morgan ha alzato oggi il suo rating sul titolo del primo produttore al mondo di gas naturale da "Neutral" ad "Overweight". Tra le altre blue chips russe LUKoil (RU0009024277) ha guadagnato lo 0,5% e Sberbank (RU0009029540) lo 0,8%. Norilsk Nickel (RU0007288411) e Rosneft (RU000A0J2Q06) hanno perso rispettivamente lo 0,7% e lo 0,5%.

Il BUX a Budapest ha guadagnato l'1,2% a 21.560,76 punti. Secondo i broker avrebbero acquistato oggi soprattutto degli investitori internazionali. MOL (HU0000068952) ha chiuso in rialzo del 2,5% e Gedeon Richter (HU0000067624) del 3,3%. OTP Bank (HU0000061726) ha chiuso stabile, Magyar Telekom (HU0000016522) ha perso lo 0,5%.

Il PX a Praga ha perso lo 0,5% a 1.169 punti. Tutti i titoli di maggior peso del listino ceco hanno chiuso in ribasso. Komercni Banka (CZ0008019106) ha perso lo 0,6%, Erste Group Bank (AT0000652011) lo 0,5%, Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300) lo 0,2% e Telefónica O2 C.R. (CZ0009093209) l'1,3%.

Il WIG a Varsavia ha perso l'1% a 39.881,63 punti. Come su quasi tutte le borse europee i bancari hanno guidato la lista dei ribassi. Bank Pekao (PLPEKAO00016) ha perso l'1,6%, PKO Bank Polski (PLPKO0000016) il 2,6%, BZW Bank (PLBZ00000044) l'1,5% e BRE Bank (PLBRE0000012) il 2,7%. Telekomunikacja Polska (PLTLKPL00017) ha beneficiato del suo carattere difensivo ed ha guadagnato lo 0,8%.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS