Borse dell'America Latina: San Paolo chiude ai massimi dal giugno del 2008

Il Bovespa ha guadagnato l'1,1%. Bene anche Città del Messico e Buenos Aires.

Quasi tutte le borse dell'America Latina hanno chiuso oggi in rialzo.

Il Bovespa a San Paolo ha guadagnato l'1,1% a 68,728.29 punti. Era dal giugno del 2008 che il listino brasiliano non chiudeva a tali livelli. Vale (BRVALEACNPA3) ha guadagnato l'1,9%. J.P. Morgan ha alzato oggi il suo rating sul titolo del primo produttore al mondo di ferro ad "Overweight". Dopo il balzo di ieri Centrais Eletricas Brasileiras (BRELETACNOR6) ha guadagnato oggi un ulteriore 4,6%. Il Governo brasiliano ha esteso le sovvenzioni per l'elettricità generata per fornire i consumatori nel nord del Paese. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha guadagnato lo 0,5% nonostante il prezzo del petrolio abbia chiuso a New York di nuovo in ribasso.

L'IPC a Città del Messico ha chiuso in rialzo dello 0,8% a 31,916.60 punti. Tra le blue chips messicane América Móvil (MXP001691213) ha guadagnato l'1,4%, Cemex (MXP225611567) il 2,4% e Grupo Mexico (MXP370841019) lo 0,8%. Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) ha perso l'1,7%.

Tra gli altri listini del continente sudamericano il Merval a Buenos Aires ha guadagnato lo 0,8%, il General a Lima lo 0,5%, l'IPSA a Santiago del Cile l'1,2% e l'IBVC a Caracas lo 0,9%. L'IGBC a Bogotà ha perso lo 0,6%.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Inizia a fare trade con Avatrade X