Borse dell'America Latina: San Paolo -0,3%, Città del Messico -1,1%

Le borse dell'America Latina hanno chiuso contrastate.

Il Bovespa a San Paolo ha perso lo 0,3% a 57.061,45 punti. Sul mercato azionario brasiliano ha pesato il crollo del settore delle utilities. Centrais Eletricas Brasileiras (BRELETACNOR6) ha perso l'8,2%, Cia. Energetica de Minas Gerais (BRCMIGACNPR3) il 5,4% e Companhia Energetica De Sao Paulo (BRCESPACNPB4) il 6,7%. Il governo brasiliano ha emanato delle norme che daranno più poteri d'intervento all'ente che vigila sul mercato domestico dell'energia elettrica. Gli investitori temono di conseguenza che gli utili delle imprese del settore possano in futuro calare.
Vale (BRVALEACNPA3) ha guadagnato il 2,7%. Il gruppo brasiliano ha annunciato la vendita di 10 grandi navi per il trasporto di minerale di ferro per $600 milioni. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha perso l'1,4% nonostante il prezzo del petrolio abbia guadagnato a New York il 2%.

Tra gli altri indici del continente sudamericano l'IPC a Città del Messico ha perso l'1,1% e il Merval a Buenos Aires lo 0,7%. L'IPSA a Santiago del Cile ha guadagnato lo 0,7%, il Colcap a Bogotà lo 0,1% e il General a Lima lo 0,6%. L'IBVC a Caracas ha chiuso invariato.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Inizia a fare trade con Avatrade X