Borse dell'America Latina: San Paolo +1,1%, Città del Messico +0,1%

Le borse dell'America Latina hanno chiuso contrastate.

Il Bovespa a San Paolo ha guadagnato l'1,1% a 56.863,91 punti. Il governo brasiliano ha annunciato un aumento dei dazi sulle importazioni di prodotti stranieri. La misura punta a proteggere le industrie locali, tra cui quelle dell'acciaio e della petrolchimica. Nel settore della siderurgia Companhia Siderúrgica Nacional (BRCSNAACNOR6) ha guadagnato il 6% e Usiminas (BRUSIMACNPA6) il 17%. Braskem (BRBRKMACNPA4), la maggiore impresa petrolchimica dell'America Latina, ha chiuso in rialzo del 6,3%.
Rossi Residencial (BRRSIDACNOR8) ha perso l'1,1%. Il costruttore edile ha annunciato di voler vendere ulteriori azioni per BRL 500 milioni.
Vale (BRVALEACNPA3) ha guadagnato lo 0,9%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha perso lo 0,1%.

Tra gli altri indici del continente sudamericano l'IPC a Città del Messico ha guadagnato lo 0,1% e il Merval a Buenos Aires lo 0,1%. L'IPSA a Santiago del Cile ha perso lo 0,4%, il Colcap a Bogotà lo 0,3% e il General a Lima lo 0,1%. L'IBVC a Caracas ha chiuso di nuovo invariato.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Inizia a fare trade con Avatrade X