Chiusura positiva per le borse dell'America Latina, San Paolo la migliore

CONDIVIDI

Le borse dell'America Latina hanno chiuso in rialzo.

Il Bovespa a San Paolo ha guadagnato l'1,8% a 59.422,55 punti. I titoli dei produttori di materie prime hanno continuato ad avanzare. Il premier cinese Wen Jiabao ha segnalato che Pechino potrebbe lanciare delle nuove misure per stimolare la crescita dell'economia. Nel settore dell'acciaio Companhia Siderúrgica Nacional (BRCSNAACNOR6) ha guadagnato il 4,4%, Gerdau (BRGGBRACNPR8) l'1,5% e Usiminas (BRUSIMACNPA6) il 2,4%. Vale (BRVALEACNPA3), il maggiore produttore al mondo di minerale di ferro, ha chiuso in rialzo del 2,7%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha guadagnato il 2,3%. Il prezzo del petrolio ha chiuso a New York per la quinta seduta di fila in rialzo.
Gafisa (BRGFSAACNOR3) ha guadagnato il 13,2%. Il costruttore edile ha annunciato che potrebbe scorporare o vendere una quota della sussidiaria Alphaville Urbanismo.
Il settore delle utilities è andato a picco. Centrais Eletricas Brasileiras (BRELETACNOR6) ha perso il 5,5%, Cia. Energetica de Minas Gerais (BRCMIGACNPR3) il 10,2% e Companhia Energetica De Sao Paulo (BRCESPACNPB4) il 7,2%. Il governo brasiliano ha annunciato un piano volto a ridurre i prezzi dell'energia elettrica.

Tra gli altri indici del continente sudamericano l'IPC a Città del Messico ha guadagnato lo 0,1%, il Merval a Buenos Aires l'1,5%, il Colcap a Bogotà lo 0,1%, l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,4%, il General a Lima lo 0,9% e l'IBVC a Caracas l'1,1%.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro