Borse dell'America Latina: San Paolo -0,6%, Città del Messico -0,4%

CONDIVIDI

La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso in rialzo. Il General a Lima ha guadagnato lo 0,9%, il Colcap a Bogotà lo 0,3%, l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,5%, l'IBVC a Caracas lo 0,7% e il Merval a Buenos Aires l'1,2%.

Il Bovespa a San Paolo ha perso lo 0,6% a 61.320,07 punti. Il ministro delle Finanze del Brasile, Guido Mantega, ha avvertito in un'intervista al "Financial Times" di essere pronto ad adottare delle nuove misure in termini di tassazione delle operazioni finanziarie allo scopo di frenare l'apprezzamento del real. BM&F Bovespa (BRBVMFACNOR3), la società che gestisce la Borsa di San Paolo, ha chiuso in ribasso dello 0,7%. Nel settore immobiliare Cyrela (BRCYREACNOR7) ha chiuso in ribasso dello 0,3%, Gafisa (BRGFSAACNOR3) dell'1,9%, PDG Realty (BRPDGRACNOR8) dell'1,5% e Rossi Residencial (BRRSIDACNOR8) dell'1,4%. Tra i minerari. MMX Mineração e Metálicos (BRMMXMACNOR2) ha perso il 2,1% e Vale (BRVALEACNPA3) il 2,3%. Tra i petroliferi Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha perso l'1% e OGX Petroleo & Gas (BROGXPACNOR3) l'1,1%. JBS (BRJBSSACNOR8) ha guadagnato il 6,4%. Secondo delle voci di stampa primo produttore al mondo di carne bovina sarebbe vicino all'acquisto della rivale Independencia.

Seduta negativa anche per la Borsa di Città del Messico. L'IPC ha perso lo 0,4%.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro