Chiusura in rosso per le borse dell'Europa orientale, Mosca -3,6%

CONDIVIDI

Tutte le principali borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi in ribasso.

L'indice RTS ha perso a Mosca il 3,6% a 1.456,99 punti. I volumi di scambio sono aumentati rispetto a ieri e sono stati nella media. Charles Plosser, il presidente della Fed di Filadelfia, ha riticato ieri aspramente la decisione della Banca Centrale di lanciare un terzo allentamento quantitativo. Secondo Plosser la misura probabilmente non aiuterà l'economia e potrebbe mettere a rischio la credibilità dell'istituzione monetaria. La crisi del debito si sta inoltre inasprendo. In Spagna ed in Grecia ci sono state delle violenti proteste anti-austerità. La tendenza al rischio è di conseguenza fortemente diminuita sui mercati finanziari. Il prezzo prezzo del petrolio è andato oggi a picco. Il future sul WTI è sceso al di sotto di $90 al barile. Tra i titoli del listino russo Sberbank (RU0009029540) ha perso il 2,8%, RusAl (RU000A0JR5Z5) il 4,1% e Mechel Pref. (RU000A0JPV70) il 6%.

Il WIG a Varsavia ha perso l'1%, il PX a Praga il 2,1% e il BUX a Budapest l'1,4%.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro