Borse America Latina: San Paolo +0,2%, bene Petrobras e Vale

CONDIVIDI

La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso in rialzo.

Il Bovespa a San Paolo ha guadagnato lo 0,2% a 57.678,62 punti. A sostenere il mercato azionario brasiliano sono state le notizie arrivate dalla Cina. Il nuovo Politburo ha comunicato che Pechino promuoverà la domanda domestica e l'urbanizzazione. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) e Vale (BRVALEACNPA3) hanno guadagnato rispettivamente lo 0,6% e l'1,8%. Usiminas (BRUSIMACNPA6) ha perso il 5,5%. Il presidente del produttore d'acciaio ha avvertito di non attendersi un miglioramento dei margini durante i prossimi mesi. Marfrig (BRMRFGACNOR0) ha perso un ulteriore 2,8%. Il secondo produttore di carne bovina dell'America Latina ha lanciato un aumento di capitale. Sul settore delle utilities ha pesato ancora una volta la disputa con il governo sulle compensazioni per la riduzione delle tariffe. Centrais Eletricas Brasileiras (BRELETACNOR6) ha perso il 3,2% e Cia. Energetica de Minas Gerais (BRCMIGACNPR3) il 3,6%. Tra gli altri indici del continente sudamericano l'IPC a Città del Messico ha guadagnato lo 0,2%, il Merval a Buenos Aires lo 0,5%, il Colcap a Bogotà l'1,1%, l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,1% L'IBVC a Caracas ha perso lo 0,1% e il General a Lima lo 0,3%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption