Borse dell'America Latina: San Paolo +1,4%, Città del Messico +0,5%

CONDIVIDI

La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso in rialzo.

Il Bovespa a San Paolo ha guadagnato l'1,4% a 58.487,32 punti. Il tasso di disoccupazione è sceso lo scorso mese negli USA ai minimi da dicembre 2008. La notizia ha fatto aumentare la fiducia degli investitori nell'economia. Il settore immobiliare ha guidato anche oggi la lista dei rialzi. Gafisa (BRGFSAACNOR3) ha guadagnato il 6,6%, PDG Realty (BRPDGRACNOR8) il 4,4% e Rossi Residencial (BRRSIDACNOR8) l'1,9%. Gli investitori continuano a scommettere che i tassi d'interesse resteranno in Brasile a dei bassi livelli. I minerari hanno beneficiato dell'aumento del prezzo del minerale di ferro. MMX Mineração e Metálicos (BRMMXMACNOR2) ha guadagnato il 4,6% e Vale (BRVALEACNPA3) lo 0,9%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha guadagnato il 2% nonostante il nuovo calo del prezzo del petrolio.

Tra gli altri indici del continente sudamericano l'IPC a Città del Messico ha guadagnato lo 0,5%, il Colcap a Bogotà lo 0,2%, l'IBVC a Caracas il 3,6%% e il Merval a Buenos Aires l'1,2%. Il General a Lima ha perso l'1,3% e l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,1%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption