Borse dell'America Latina: San Paolo +0,7%, Città del Messico +0,2%

CONDIVIDI

La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso in rialzo.

Il Bovespa a San Paolo ha guadagnato lo 0,7% a 62.194,06 punti. La Banca Centrale del Brasile ha segnalato che i tassi d'interesse potrebbero rimanere quest'anno ai minimi storici per sostenere la crescita. La Borsa di San Paolo ha beneficiato inoltre della positiva performance di Wall Street. Tra i bancari Banco Bradesco (BRBBDCACNPR8) e Itau Unibanco (BRITAUACNPR3) hanno guadagnato entrambi l'1,7%. Nel settore retail Lojas Americanas (BRLAMEACNPR6) ha guadagnato l'1,7% e Lojas Renner (BRLRENACNOR1) lo 0,9%. Tra i titoli dei produttori di energia elettrica Eletropaulo Metropolitana (BRELPLACNPB0) ha guadagnato il 2,4%, Centrais Eletricas Brasileiras (BRELETACNOR6) il 2,5% e Companhia Energetica De Sao Paulo (BRCESPACNPB4) l'1,1%. Companhia Siderúrgica Nacional (BRCSNAACNOR6) ha perso il 3,7%. Secondo delle voci di stampa il produttore d'acciaio potrebbe acquistare le attività americane di ThyssenKrupp (DE0007500001). OGX Petroleo & Gas (BROGXPACNOR3) ha perso il 4%. Credit Suisse ha tagliato il suo rating sul titolo della compagnia petrolifera da "Outperform" a "Neutral". Vale (BRVALEACNPA3) ha guadagnato lo 0,2%, Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha perso lo 0,7%.

Tra gli altri indici del continente sudamericano l'IPC a Città del Messico ha guadagnato lo 0,2%, il Merval a Buenos Aires l'1,1%, l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,4% e l'IBVC a Caracas l'1,5%. Il Colcap a Bogotà ha perso lo 0,4% e il General a Lima lo 0,4%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption