Borse dell'America Latina: San Paolo -0,9%, Città del Messico -0,3%

CONDIVIDI

La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso ieri in ribasso.

Il Bovespa a San Paolo ha perso lo 0,9% a 56.883,99 punti. L'attività manifatturiera ha rallentato a sopresa lo scorso mese in Cina, il principale partner commerciale del Brasile. La notizia ha pesato sui titoli dei produttori di materie prime. Tra i minerari MMX Mineração e Metálicos (BRMMXMACNOR2) ha perso il 5,7% e Vale (BRVALEACNPA3) il 3,6%. Gerdau (BRGGBRACNPR8), il maggiore produttore d'acciaio dell'America Latina, ha perso il 3,2%. OGX Petroleo & Gas (BROGXPACNOR3) ha chiuso in ribasso del 3,5%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha guadagnato controtendenza l'1,8%. Il gruppo petrolifero ha annunciato che la sua produzione di greggio pre-salt ha raggiunto un livello record.

Tra gli altri indici del continente sudamericano l'IPC a Città del Messico ha perso lo 0,3%, l'IBVC a Caracas lo 0,1% e il Colcap a Bogotà lo 0,3%. Il Merval a Buenos Aires ha guadagnato l'1,7%, il General a Lima lo 0,2% e l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,3%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption