Borse dell'America Latina: San Paolo -1,4%, Città del Messico -1,6%

CONDIVIDI

La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso in ribasso.

Il Bovespa a San Paolo ha perso l'1,4% a 57.385,90 punti. Sul mercato azionario brasiliano hanno pesato le forti perdite dei titoli delle compagnie controllate dal miliardario Eike Batista. LLX Logistica (BRLOGNACNOR3) ha perso il 5,8%, MMX Mineração e Metálicos (BRMMXMACNOR2) il 10,1% e OGX Petroleo & Gas (BROGXPACNOR3) il 9,2%. La fiducia del mercato nell'intera galassia Batista è fortemente calata dopo che OGX ha annunciato all'inizio della settimana dei deludenti dati sulla sua produzione offshore.  Vale (BRVALEACNPA3) ha chiuso in ribasso del 3,7%. Il governo argentino ha minacciato di revocare al gruppo minerario la concessione di un importante progetto nel Paese. Embraer (BREMBRACNOR4) ha guadagnato l'1,9%. Il terzo maggiore produttore al mondo ha annunciato per il quarto trimestre dei risultati di bilancio migliori delle attese degli analisti. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha chiuso in rialzo dello 0,1%.

Tra gli altri indici del continente sudamericano l'IPC a Città del Messico ha perso l'1,6%, il General a Lima il 2,1%, l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,6% e il Colcap a Bogotà lo 0,6%. L'IBVC a Caracas ha guadagnato lo 0,2% e il Merval a Buenos Aires il 2,2%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption