Borse dell'Europa dell'Est contrastate, ancora in rosso Mosca

CONDIVIDI

Le principali borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi contrastate.

L'indice RTS ha perso a Mosca lo 0,5% a 1.419,45  punti. I volumi di scambio sono aumentati fortemente rispetto a ieri e sono stati alti. Mario Draghi ha avvertito che la ripresa sell'economia nella seconda metà dell'anno è soggetta a rischi. Sul mercato azionario russo ha pesato inoltre anche oggi il calo del prezzo del petrolio. Il future sul WTI è sceso fino a circa $92 al barile. Tra i titoli del listino russo LUKoil (RU0009024277) ha perso lo 0,8%, Sberbank (RU0009029540) ha guadagnato lo 0,6% e Gazprom (RU0007661625) lo 0,6%.

Il WIG a Varsavia ha guadagnato lo 0,1% e il BUX a Budapest lo 0,8%. Il PX a Praga ha perso l'1,3%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption