Borsa di San Paolo in netto ribasso, crolla il settore immobiliare

borsa-di-san-paolo-in-netto-ribasso-crolla-il-settore-immobiliare
La Borsa di San Paolo ha chiuso in netto ribasso. © Shutterstock
CONDIVIDI

La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso in ribasso.

Il Bovespa a San Paolo ha perso il 2,1% a 53.506,08 punti. La Banca Centrale del Brasile ha alzato i suoi tassi d'interesse di 50 punti base. Gli economisti avevano atteso un rialzo di soli 25 punti base. I titoli delle compagnie immobiliari, che dipendono in particolar modo dal costo del denaro, sono andati a picco. Cyrela (BRCYREACNOR7) ha chiuso in ribasso del 6,3%, Gafisa (BRGFSAACNOR3) del 6,6%, PDG Realty (BRPDGRACNOR8) del 5,7% e Rossi Residencial (BRRSIDACNOR8) del 9%. Braskem (BRBRKMACNPA4) ha guadagnato l'1,1%. Bradesco BBI ha alzato il suo rating sul titolo della maggiore impresa petrolchimica dell'America Latina ad "Outperform". Embraer (BREMBRACNOR4), il terzo maggiore costruttore di aerei al mondo, ha beneficiato dell'indebolimento del real ed ha chiuso in rialzo del 2,9%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha guadaganto l'1,3%. Vale (BRVALEACNPA3) ha perso il 2,5%.

Tra gli altri indici del continente sudamericano l'IPC a Città del Messico ha guadagnato l'1,5%, l'IBVC a Caracas lo 0,9% e l'IPSA a Santiago del Cile l'1,3%. Il Merval a Buenos Aires ha perso lo 0,7%, il General a Lima lo 0,3% e il Colcap a Bogotà lo 0,8%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption