Borse dell'America Latina: San Paolo -0,6%, Città del Messico +1,2%

borse-dellamerica-latina-san-paolo--06-citta-del-messico-12
La borsa brasiliana ha chiuso debole. © Shutterstock
CONDIVIDI

Le borse dell'America Latina hanno chiuso contrastate.

Il Bovespa a San Paolo ha perso lo 0,6% a 51.316,65 punti. I deboli dati macroeconomici pubblicati durante il fine settimana in Cina hanno pesato sui titoli dei produttori di materie prime. Vale (BRVALEACNPA3), il maggiore produttore al mondo di minerale di ferro, ha perso l'1,6%. Fibria Celulose (BRFIBRACNOR9), il maggior fabbricante di cellulosa a livello mondiale, ha perso il 2,5%. Nel settore dell'acciaio Companhia Siderúrgica Nacional (BRCSNAACNOR6) ha perso l'1,6%, Gerdau (BRGGBRACNPR8) l'1,9% e Usiminas (BRUSIMACNPA6) l'1,9%. JBS (BRJBSSACNOR8) ha chiuso in ribasso del 6,5%. Il maggiore produttore al mondo di carne bovina ha annunciato di aver raggiunto un accordo per acquistare Seara Brasil, un produttore di pollame e carne suina, dal rivale Marfrig (BRMRFGACNOR0). Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha guadagnato controtendenza lo 0,2%. 

Tra gli altri indici del continente sudamericano l'IPC a Città del Messico ha guadagnato l'1,2%, il General a Lima lo 0,2% e l'IBVC a Caracas il 3,7%. Il Merval a Buenos Aires ha perso l'1% e l'IPSA a Santiago del Cile il 2,2%. La Borsa di Bogotà è rimasta ferma.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro