Borse America Latina: San Paolo +0,8%, Città del Messico +2,1%

Il Bovespa a San Paolo ha chiuso poco sotto 50.000 punti. In luce i titoli dei produttori di materie prime.

CONDIVIDI

La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso in rialzo.

Il Bovespa a San Paolo ha guadagnato lo 0,8% a 49.696,45 punti. Le importazioni sono cresciute lo scorso mese in Cina, il principale partner commerciale del Brasile, più di quanto atteso dagli economisti. Gli USA hanno creato lo scorso mese solamente 74.000 impieghi. Si è trattato del peggior dato da tre anni. Gli investitori scommettono ora di conseguenza che la Fed ritirerà molto lentamente i suoi stimoli monetari.
I titoli dei produttori di materie prime hanno guidato la lista dei rialzi. Klabin (BRKLBNACNPR9), il maggiore produttore di carta dell'America Latina, ha guadagnato il 3,9%. Gerdau (BRGGBRACNPR8), il primo produttore sudamericano di acciaio, ha guadagnato lo 0,8%. Vale (BRVALEACNPA3), il maggiore produttore mondiale di minerale di ferro, ha guadagnato lo 0,5%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha beneficiato della ripresa del prezzo del petrolio ed ha guadagnato l'1,7%.

Tra gli altri indici del continente sudamericano  l'IPC a Città del Messico ha guadagnato il 2,1%, il Merval a Buenos Aires il 2,2% e il General a Lima lo 0,7%. L'IPSA a Santiago del Cile ha perso lo 0,7%, il Colcap a Bogotà lo 0,9% e l'IBVC a Caracas lo 0,4%.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro