Borse dell'America Latina: San Paolo chiude ai minimi da cinque mesi

Il Bovespa ha perso l'1% a 48.708,41 punti. A pesare sulla borsa brasiliana sono stati i deboli dati macroeconomici arrivati dalla Cina.

CONDIVIDI

Le borse dell'America Latina hanno chiuso contrastate.

Il Bovespa a San Paolo ha perso l'1% a 48.708,41 punti. Era da cinque mesi che il listino brasiliano non chiudeva a tali livelli. La produzione industriale della Cina ha rallentato a dicembre più di quanto atteso dagli economisti. La notizia ha fatto aumentare i timori del mercato relavi allo stato di salute dell'economia del principale partner commerciale del Brasile. Le vendite hanno colpito soprattutto i titoli dei produttori di materie prime. Vale (BRVALEACNPA3), il maggiore produttore al mondo di minerale di ferro, ha perso il 2,8%. Fibria Celulose (BRFIBRACNOR9), il maggior fabbricante di cellulosa a livello mondiale, ha perso lo 0,9%. Gerdau (BRGGBRACNPR8), il primo produttore sudamericano di acciaio, ha chiuso in ribasso dell'1,2%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha perso il 2,1%. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Tra gli altri indici del continente sudamericano l'IPC a Città del Messico ha guadagnato lo 0,2%, il Merval a Buenos Aires l'1%, il General a Lima lo 0,4% e l'IBVC a Caracas lo 0,3%. L'IPSA a Santiago del Cile ha perso lo 0,5% e il Colcap a Bogotà lo 0,1%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption