Borse America Latina: Profondo rosso, Buenos Aires la peggiore

Tutte le borse dell'America Latina hanno chiuso in ribasso. Buenos Aires ha perso quasi il 4%. Crolla il peso.

CONDIVIDI

Tutte le borse dell'America Latina hanno chiuso in ribasso. L'aumento dei timori legati al rallentamento dell'economia cinese e alla riduzione degli stimoli monetari negli USA sta spingendo sempre più investitori a ritirare capitale dai Paesi emergenti. I mercati sono inoltre preoccupati a causa della situazione dell'Argentina. Il governo di Buenos Aires ha deciso di svalutare il peso. Intanto l'inflazione nel Paese continua a galoppare.

Il Bovespa a San Paolo ha perso l'1,1% a 47.787,38 punti. Il settore immobiliare ha sofferto in particolar modo. Brookfield Incorporacoes (BRBISAACNOR8) ha perso il 6,1%, Gafisa (BRGFSAACNOR3) il 2,4% e PDG Realty (BRPDGRACNOR8) il 2,2%.
Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha perso il 2,4%. Vale (BRVALEACNPA3) ha guadagnato l'1,7%. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Tra gli altri indici del continente sudamericano l'IPC a Città del Messico ha perso l'1,3%, il Merval a Buenos Aires il 3,9%, l'IPSA a Santiago del Cile il 2,1%, il Colcap a Bogotà l'1,5%, il General a Lima il 2% e l'IBVC a Caracas l'1,4%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption