Borse dell'America Latina: San Paolo -0,8%, Città del Messico -1%

A pesare sulla Borsa di San Paolo sono stati i timori legati al calo del real. Salgono solo le borse di Santiago del Cile e di Caracas.

CONDIVIDI

La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso in ribasso.

Il Bovespa a San Paolo ha perso lo 0,8% a 47.710,82 punti. A pesare è stato il calo del real. Gli investitori temono che il deprezzamento della valuta brasiliana possa spingere l'inflazione. Le vendite hanno colpito perciò soprattutto i settori che dipendono in particolar modo dalla domanda domestica. Nel settore immobiliare Brookfield Incorporacoes (BRBISAACNOR8) ha perso il 6,4% e Cyrela (BRCYREACNOR7) l'1,9%. Nel settore retail Lojas Americanas (BRLAMEACNPR6) ha perso lo 0,9% e Lojas Renner (BRLRENACNOR1) l'1,1%.
Souza Cruz (BRCRUZACNOR0) ha chiuso in ribasso del 3,7%. Il produttore di sigarette ha annunciato dei risultati per il 2013 inferiori alle previsioni degli analisti.
Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha guadagnato l'1,1%, Vale (BRVALEACNPA3) ha perso lo 0,7%. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Tra gli altri indici del continente sudamericano l'IPC a Città del Messico ha perso l'1%, il General a Lima lo 0,4%, il Colcap a Bogotà lo 0,8% e il Merval a Buenos Aires il 3,2%. L'IPSA a Santiago del Cile ha guadagnato lo 0,5% e l'IBVC a Caracas lo 0,1%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption