Skin ADV

Borse America Latina negative, San Paolo chiude ai minimi da otto mesi

Il Bovespa ha perso l'1,5% a 45.533,20 punti. Pesano timori relativi alla Cina.

Tutte le borse dell'America Latina hanno chiuso anche oggi in ribasso.



✅  CONTO CORRENTE ZERO SPESE CON N26 — Carta Conto con IBAN Gratuita + Bonus fino a 150€ invitando i tuoi amici. 🔝 Ricevi la tua carta MASTERCARD, puoi accreditare lo stipendio e fare bonifici bancari in 19 valute. Scopri tutte le caratteristiche sul sito ufficiale >>
✅  CONTO CORRENTE ZERO SPESE CON N26Carta Conto con IBAN Gratuita + Bonus fino a 150€ invitando i tuoi amici. 🔝 Ricevi la tua carta MASTERCARD, puoi accreditare lo stipendio e fare bonifici bancari in 19 valute. Scopri tutte le caratteristiche sul sito ufficiale >>

Il Bovespa a San Paolo ha perso l'1,5% a 45.533,20 punti. Era da otto mesi che l'indice brasiliano non chiudeva a tali livelli. I dati macroeconomici pubblicati durante il fine settimana hanno fatto aumentare i timori dei mercati relativi allo stato di salute dell'economia della Cina, il principale partner commerciale del Brasile. Le esportazioni cinesi hanno registrato a febbraio a sorpresa un crollo. L'inflazione è scesa inoltre ai minimi da 13 mesi. I titoli dei produttori di materie prime hanno guidato anche oggi la lista dei ribassi.  Vale (BRVALEACNPA3), il maggiore produttore al mondo di minerale di ferro, ha perso il 2,7%. Fibria Celulose (BRFIBRACNOR9), il maggior fabbricante di cellulosa a livello mondiale, ha perso il 4,1%. Gerdau (BRGGBRACNPR8), il primo produttore sudamericano di acciaio, ha chiuso in ribasso del 2,1%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha perso il 2,3%. Il prezzo del petrolio ha perso a New York l'1,4%.

Tra gli altri indici del continente sudamericano L'IPC a Città del Messico ha perso lo 0,6%, il Merval a Buenos Aires l'1,6%, il General a Lima lo 0,2%, l'IBVC a Caracas il 2%, il Colcap a Bogotà lo 0,1% e l'IPSA a Santiago del Cile l'1,2%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro