Borse America Latina: San Paolo -0,9%, Città del Messico -1,6%

La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso in ribasso. Salgono solo Bogotà e Santiago del Cile. Lima ha perso l'1,9% ed è stata la peggiore.

CONDIVIDI

La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso in ribasso.

Il Bovespa a San Paolo ha perso lo 0,9% a 45.443,83 punti. Anche gli ultimi dati macroeconomici hanno segnalato che l'economia della Cina, il principale partner commerciale del Brasile, sta rallentando più di quanto finora atteso dai mercati finanziari. Vale (BRVALEACNPA3) ha perso il 2,1%. Il maggiore produttore al mondo di minerale di ferro beneficia in particolar modo della domanda cinese. Nel settore dell'acciaio Companhia Siderúrgica Nacional (BRCSNAACNOR6) ha perso l'1,5% e Gerdau (BRGGBRACNPR8) lo 0,7%.
Il settore delle utilities è stato di nuovo positivo. Centrais Eletricas Brasileiras (BRELETACNOR6) ha guadagnato il 2,2%, Companhia Energetica De Sao Paulo (BRCESPACNPB4) il 2,4% e Cia. Energetica de Minas Gerais (BRCMIGACNPR3) il 3%. Secondo quanto riporta "Bloomberg" il governo brasiliano annuncerà già oggi aiuti per i gruppi elettrici volti a coprire i più alti costi di produzione.
Petroleo Brasileiro
(BRPETRACNPR6) ha perso l'1,6%.

Tra gli altri indici del continente sudamericano l'IPC a Città del Messico ha perso l'1,6%, il Merval a Buenos Aires l'1%, l'IBVC a Caracas lo 0,4% e il General a Lima l'1,9%. Il Colcap a Bogotà ha guadagnato il 2% e l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,2%.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro