Borse dell'America Latina: San Paolo +1,5%, Città del Messico +2,1%

La Borsa di San Paolo ha chiuso per la quarta seduta di fila in rialzo. Nuovo rally dei titoli delle compagnie controllate dallo stato.

CONDIVIDI

La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso in rialzo.

Il Bovespa a San Paolo ha guadagnato l'1,5% a 47.278,48 punti. Per il listino brasiliano si è trattato della quarta seduta positiva di fila. A spingere gli  acquisti è stata anche oggi la speculazione su un possibile cambiamento politico. Secondo delle voci di stampa gli ultimi sondaggi indicherebbero che Aecio Neves, il candidato della destra brasiliana, avrebbe recuperato significativamente terreno rispetto alla presidente Dilma Rousseff. Le elezioni presidenziali in Brasile si terranno il prossimo 5 ottobre. I titoli delle compagnie controllate dallo stato, che beneficerebbero in particolar modo di una vittoria di Neves, hanno guidato anche oggi la lista dei rialzi. Banco do Brasil (BRBBASACNOR3) ha guadagnato il 5,5%, Centrais Eletricas Brasileiras (BRELETACNOR6) il 4,3% e Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) il 4,9%. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Tra gli altri indici del continente sudamericano l'IPC a Città del Messico ha guadagnato il 2,1%, l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,5%, il Merval a Buenos Aires l'1,7% e il Colcap a Bogotà lo 0,8%. L'IBVC a Caracas ha perso il 3,9%, il General a Lima ha chiuso invariato.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption