La Borsa di San Paolo chiude in forte flessione, Bovespa -2,2%

Sulla borsa brasiliana hanno pesato i timori relativi allo stato di salute dell'economia cinese. Vale ha perso il 4,6%.

CONDIVIDI

Quasi tutte le borse dell'America Latina hanno chiuso in ribasso.

Conto Demo gratuito per provare il trading online ?  – Il broker 24Option sponsor della Juventus FC offre conto demo gratuito e illimitato, puoi investire e guadagnare da casa con un PC o Smartphone con la massima comodità e senza rischio di perdere soldi… Vai al sito >>

Conto Demo gratuito per provare il trading online ?  – Il broker 24Option sponsor della Juventus FC offre conto demo gratuito e illimitato, puoi investire e guadagnare da casa con un PC o Smartphone con la massima comodità e senza rischio di perdere soldi… Vai al sito >>

Il Bovespa a San Paolo ha perso il 2,2% a 50.454,35 punti. La massa monetaria ha registrato in Cina a marzo la più bassa crescita da quasi tredici anni. La notizia ha alimentato i timori dei mercati relativi allo stato di salute dell'economia del maggiore partner commerciale del Brasile. I titoli dei produttori di materie prime hanno guidato la lista dei ribassi. Vale (BRVALEACNPA3), il maggiore produttore al mondo di minerale di ferro, ha perso il 4,6%. Fibria Celulose (BRFIBRACNOR9), il maggior fabbricante di cellulosa a livello mondiale, ha perso l'1,6%. Gerdau (BRGGBRACNPR8), il primo produttore sudamericano di acciaio, ha chiuso in ribasso dell'1,9%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha perso il 3,8%.

Tra gli altri indici del continente sudamericano l'IPC a Città del Messico ha perso lo 0,1%, il General a Lima l'1%, il Colcap a Bogotà lo 0,9%, l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,4% e il Merval a Buenos Aires l'1,3%. L'IBVC a Caracas ha guadagnato lo 0,7%.

iQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro