Borse dell'America Latina: San Paolo -0,8%, Città del Messico -0,4%

Il Bovespa ha chiuso a 51.569,69 punti. Pesano i timori legati al rallentamento dell'economia della Cina, il principale partner commerciale del Brasile.

CONDIVIDI

La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso in ribasso.

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Il Bovespa a San Paolo ha perso lo 0,8% a 51.569,69 punti. L'indice PMI di HSBC per il settore manifatturieo della Cina, il principale partner commerciale del Brasile, è rimasto ad aprile per il quarto mese di fila al di sotto di 50 punti. La notizia ha pesato sui titoli dei produttori di materie prime. Vale (BRVALEACNPA3), il maggiore produttore al mondo di minerale di ferro, ha perso l'1,2%. Fibria Celulose (BRFIBRACNOR9), il maggior fabbricante di cellulosa a livello mondiale, ha perso il 2,8%. Gerdau (BRGGBRACNPR8), il primo produttore sudamericano di acciaio, ha chiuso in ribasso dello 0,7%.
Petroleo Brasileiro
(BRPETRACNPR6) ha guadagnato controtendenza lo 0,4%.

Tra gli altri indici del continente sudamericano l'IPC a Città del Messico ha perso lo 0,4%, il Colcap a Bogotà lo 0,3%, l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,2% e l'IBVC a Caracas il 5,7%. Il Merval a Buenos Aires ha guadagnato l'1,4% e il General a Lima l'1%.

iQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro