La Borsa di Mosca registra una ripresa, MICEX +1,5%

Il MICEX ha chiuso a 1.299,13 punti. Rosneft debole controtendenza. Gli USA hanno imposto sanzioni contro il CEO del gruppo petrolifero.

CONDIVIDI

Le principali borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi contrastate.

Il MICEX a Mosca ha guadagnato l'1,5% a 1.299,13 punti. Si è trattato di una ripresa tecnica dopo le forti perdite delle scorse sedute. Nonostante i guadagni di oggi il MICEX resta il peggior indice a livello globale avendo perso dall'inizio dell'anno più del 20%. Le vendite potrebbero tornare già domani. La situazione in Ucraina resta esplosiva. Oggi gli Stati Uniti hanno imposto inoltre nuove sanzioni contro la Russia. Tra le blue chip Gazprom (RU0007661625) ha guadagnato il 2,2% e Sberbank (RU0009029540) il 5%. Rosneft (RU000A0J2Q06) ha perso l'1,7%. Le nuove sanzioni decise da Washington contro rappresentanti di Mosca coinvolti nella crisi ucraina riguardano anche Igor Sechin, il CEO del maggiore gruppo petrolifero russo. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Tra gli altri maggiori indici dell'Europa orientale il WIG a Varsavia ha guadagnato lo 0,1% e il PX a Praga lo 0,4%. Il BUX a Budapest ha perso lo 0,2%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption