Borse Europa dell'Est: Mosca +1,6%, rublo ai massimi da quattro mesi

Il MICEX ha chiuso a 1.413,85 punti. Putin ha ordinato ritiro truppo da confine ucraino. Seduta positiva anche per le borse di Varsavia e Budapest.

CONDIVIDI

Quasi tutte le principali borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi in rialzo.

Il MICEX a Mosca ha guadagnato l'1,6% a 1.413,85 punti. Il presidente russo, Vladimir Putin, ha ordinato la fine delle esercitazioni militari nelle regioni di Rostov, Belgorod e Briansk, al confine con l'Ucraina, e il ritiro delle truppe dislocate in queste aree. La notizia ha alimentato le speranze degli investitori che la tensione possa ridursi prima delle elezioni presidenziali ucraine previste per il 25 maggio. Il rublo è salito di conseguenza rispetto al basket dollaro-euro ai massimi da quattro mesi. Tra le blue chip russe Gazprom (RU0007661625) ha guadagnato il 2,6%, Rosneft (RU000A0J2Q06) lo 0,4%, LUKoil (RU0009024277) l'1% e Sberbank (RU0009029540) il 3,1%. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Tra gli altri maggiori indici dell'Europa orientale il WIG a Varsavia ha guadagnato lo 0,4% e il BUX a Budapest ha guadagnato l'1,1%. Il PX a Praga ha perso lo 0,1%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption