Borsainside.com

L'Argentina rischia nuovo default, crac alla Borsa di Buenos Aires

largentina-rischia-nuovo-default-crac-alla-borsa-di-buenos-aires
La borsa argentina è oggi andata a picco. © Shutterstock

L'indice Merval ha perso più del 10%. Balzo dei CDS sul debito argentino. A picco il pesos.

La Borsa di Buenos Aires ha fatto oggi crac. L'indice Merval ha perso il 10,1% a  7.235,11 punti.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha respinto l'appello dell'Argentina contro gli hedge fund. Ciò significa che il Paese sudamericano dovrà fare default o negoziare con i suoi creditori.

Dopo la bancarotta del 2001, l’Argentina aveva avviato il processo di ristrutturazione del debito. Alcuni hedge fund, tra cui Elliott Management, avevano però rifiutato di prendere parte all'operazione e avevano iniziato una battaglia legale per ottenere il pagamento di oltre $1,3 miliardi.

Due tribunali federali statunitensi si erano espressi a favore degli hedge fund ordinando all'Argentina di rimborsare pienamente i detentori dei suoi bond che non avevano accettato la ristrutturazione debitoria. La Corte Suprema ha confermato oggi queste sentenze. Si tratta per Buenos Aires dello scenario peggiore, inatteso dalla maggior parte degli osservatori.

Tra i singoli titoli del Merval Edenor (ARENOR010020) ha perso il 20,5%, YPF (ARP9897X1319) il 12,6%, Grupo Financiero Galicia (ARP495251018) il 10,9%, Banco Francés (ARP125991090) il 10% e Telecom Argentina (ARP9028N1016) il 10,1%.

Non il mercato azionario, anche le quotazioni dei bond argentini e il pesos sono andati a picco. I CDS (credit default swaps) a cinque anni sono balzati da 1.714 a circa 2.250 punti

Il crac di Buenos Aires non ha contagiato gli altri mercati del continente. Tra le altre borse dell'America Latina San Paolo ha perso lo 0,3%, Santiago del Cile lo 0,6% e Caracas lo 0,5%. Città del Messico ha guadagnato lo 0,3%, Bogotà lo 0,7% e Lima lo 0,3%.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Trading senza rischi, fondi virtuali di 100.000 Euro.

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS