Borse America Latina: Buenos Aires torna a soffrire, Merval -4,9%

Riaumentano i rischi di default dell'Argentina. La Borsa di San Paolo è rimasta ferma.

CONDIVIDI

Le borse dell'America Latina hanno chiuso contrastate.

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Dopo aver recuperato terreno durante le scorse sedute il Merval a Buenos Aires ha perso il 4,9%. Il ministero dell’Economia dell'Argentina ha comunicato che il 30 giugno il Paese non sarà in grado di pagare quanto dovuto ai possessori di bond che hanno accettato la ristrutturazione del debito dopo il default del 2001-2002. All'inizio della settimana la Corte Suprema degli Stati Uniti aveva imposto al governo argentino di rimborsare $1,33 miliardi agli hedge fund che non avevano accettato concambio. Secondo alcuni analisti la minaccia di un default potrebbe essere solo una mossa tattica di Buenos Aires per migliorare la propria posizione nelle trattative. Tuttavia la situazione resta molto incerta e gli investitori sono tornati a vendere asset argentini a piene mani.

Tra gli altri indici del continente sudamericano l'IPC a Città del Messico ha guadagnato lo 0,4%, l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,6% e il General a Lima l'1,5%. Il Colcap a Bogotà ha perso lo 0,1%. L'IBVC a Caracas ha chiuso stabile. La Borsa di San Paolo è rimasta ferma per una festività in Brasile.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro