Borse dell'Europa dell'Est: Mosca +0,2%, in luce Magnitogorsk

Il MICEX ha chiuso a 1.408,80 punti. Ancora bene Magnit. Scendono i bancari.

CONDIVIDI

Quasi tutte le principali borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi in rialzo.

Il MICEX a Mosca ha guadagnato lo 0,2% a 1.408,80 punti. A sostenere il mercato azionario russo sono stati anche oggi i positivi risultati societari. Magnitogorsk (RU0009084396) ha chiuso in rialzo del 3,4%. Il gruppo siderurgico ha aumentato nel secondo trimestre la sua produzione d'acciaio del 6,3%. Uralkali (RU0007661302), il maggiore produttore al mondo di sali di potassio, ha guadagnato il 2,7%. Potash (CA73755L1076), il primo produttore mondiale di fertilizzanti a base di potassio, ha rivisto al rialzo le stime sul suo utile per l'intero esercizio. Magnit (RU000A0JKQU8) ha guadagnato un ulteriore 1,2%. Il maggiore gruppo retail russo ha annunciato ieri una convincente trimestrale ed alzato le sue previsioni per l'intero esercizio.
Sberbank (RU0009029540) ha perso lo 0,8% e VTB Bank (RU000A0JP5V6) lo 0,3%. L'UE sta studiano nuove sanzioni contro la Russia, tra cui la limitazione dell'accesso ai mercati dei capitali alle istituzioni finanziarie controllate dallo Stato. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Tra gli altri maggiori indici dell'Europa orientale il PX a Praga ha guadagnato lo 0,2% e il WIG a Varsavia lo 0,1%. Il BUX a Budapest ha perso lo 0,3%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption