eToro

Borse America Latina: Buenos Aires crolla, Merval -8,2%

borse-america-latina-buenos-aires-crolla-merval--82
La borsa argentina è andata a picco. © Shutterstock

Il governatore della Banca Centrale dell'Argentina, Juan Carlos Fábrega, ha dato le dimissioni. Ancora male la Borsa di San Paolo.

Tutte le borse dell'America Latina hanno chiuso in ribasso.




✅ Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! — Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

Il Merval a Buenos Aires ha perso l'8,2% a 11.516,28 punti. Il governatore della Banca Centrale dell'Argentina, Juan Carlos Fábrega, ha dato le dimissioni ha causa di divergenze con il governo. La notizia ha fatto aumentare ulteriormente i timori dei mercati relativi alla situazione del Paese sudamericano. Buenos Aires è attualmente impegnata in un braccio di ferro con la giustizia statunitense sul suo debito pubblico.

Il Bovespa a San Paolo ha perso il 2,3% a 52,858.43 punti. Un sondaggio pubblicato dal quotidiano "Folha de S. Paulo" ha confermato che Dilma Rousseff vincerebbe le elezioni presidenziali al secondo turno. Il settore immobiliare ha sofferto in particolar modo. Gafisa (BRGFSAACNOR3) ha perso il 4,1%, PDG Realty (BRPDGRACNOR8) il 4,6% e Rossi Residencial (BRRSIDACNOR8) il 6,5%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha chiuso in ribasso del 5,5%. Dilma Rousseff ha frenato durante gli scorsi anni i rialzi dei prezzi dei carburanti. Una sua rielezione sarebbe quindi molto negativa per il gruppo petrolifero.

Tra gli altri indici del continente sudamericano l'IPC a Città del Messico ha perso l'1,4%, l'IBVC a Caracas lo 0,1%, il Colcap a Bogotà l'1,8% e l'IPSA a Santiago del Cile l'1,6% e il General a Lima l'1,6%.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato