Borse Europa dell'Est: Mosca rimbalza, Micex +1,4%

Il presidente russo Vladimir Putin ha ordinato il ritiro delle truppe russe dalla frontiera con l'Ucraina. Seduta positiva anche per la Borsa di Budapest.

CONDIVIDI

Le principali borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi contrastate.

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Il MICEX a Mosca ha guadagnato l'1,4% a 1.383,93 punti. Il presidente russo Vladimir Putin ha ordinato il ritiro delle truppe russe dalla frontiera con l'Ucraina. La notizia ha ridotto i timori dei mercati legati alla tensione tra Mosca e Kiev. Tra le blue chip russe LUKoil (RU0009024277) ha guadagnato il 2,8%,Rosneft (RU000A0J2Q06) l'1,5%, Gazprom (RU0007661625) l'1,5% e Sberbank (RU0009029540) l'1%.

Tra gli altri maggiori indici dell'Europa orientale il PX a Praga ha perso lo 0,2% e il WIG a Varsavia lo 0,1%. Il BUX a Budapest ha guadagnato lo 0,2%.

iQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro