La Borsa di San Paolo chiude in forte ribasso, Bovespa -2%

La Banca Centrale del Brasile ha segnalato che alzerà ancora i tassi per frenare l'inflazione. Forti vendite sul settore immobiliare.

CONDIVIDI

Le borse dell'America Latina hanno chiuso anche oggi contrastate.

Il Bovespa a San Paolo ha perso il 2% a 52.637,06 punti. La Banca Centrale del Brasile ha segnalato che alzerà ancora i tassi per frenare l'inflazione. Nel settore immobiliare, che dipende in particolar modo dal costo del denaro, Gafisa (BRGFSAACNOR3) ha perso il 6%, PDG Realty (BRPDGRACNOR8) il 5,9% e Rossi Residencial (BRRSIDACNOR8) il 4,4%.
Banco do Brasil (BRBBASACNOR3) ha perso un ulteriore 4,2% dopo aver annunciato ieri che il tasso di default dei prestiti è aumentato dal 2,09%.
Petroleo Brasileiro
(BRPETRACNPR6) e Vale (BRVALEACNPA3), i due titoli di maggior peso del Bovespa, hanno perso rispettivamente il 2,4% e l'1,9%. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Tra gli altri indici del continente sudamericano l'IPC a Città del Messico ha perso lo 0,5% e l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,5%. L'IBVC a Caracas ha guadagnato lo 0,6%, il General a Lima lo 0,6% e il Colcap a Bogotà lo 0,4%. La Borsa di Buenos Aires è rimasta ferma.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption