Borse America Latina: Salgono solo Città del Messico e Santiago

La Borsa di San Paolo ha perso lo 0,7%. Male il settore immobiliare e Petroleo Brasileiro.

CONDIVIDI

La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso in ribasso.

Il Bovespa a San Paolo ha perso lo 0,7% a 54.721,32 punti. L'ex segretario al Tesoro Joaquim Levy, un uomo vicino ai mercati, è stato nominato ministro delle Finanze. La notizia era ormai scontata e non ha potuto sostenere la borsa brasiliana. Gli investitori temono che anche il nuovo governo avrà delle difficoltà a far ripartire l'economia. Il settore immobiliare ha guidato la lista dei ribassi. Cyrela (BRCYREACNOR7) ha perso lo 0,9%, Gafisa (BRGFSAACNOR3) il 3,3%, PDG Realty (BRPDGRACNOR8) il 3,5% e Rossi Residencial (BRRSIDACNOR8) lo 0,8%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha chiuso in ribasso del 4,7%. Il prezzo del petrolio è andato a picco dopo che l'OPEC ha deciso di mantenere invariato il suo livello di produzione. Vale (BRVALEACNPA3) ha chiuso invariato.

Tra gli altri indici del continente sudamericano l'IPC a Città del Messico ha guadagnato lo 0,1% e l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,5%. Il Merval a Buenos Aires ha perso lo 0,1%, l'IBVC a Caracas lo 0,1%, il Colcap a Bogotà l'1,2% e il General a Lima lo 0,8%.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro