etoro

La Borsa di San Paolo affonda ed entra nel mercato orso

La Borsa di San Paolo affonda ed entra nel mercato orso
La borsa brasiliana ha chiuso in deciso ribasso. © Shutterstock

Il Bovespa ha perso il 3,7% a 48.001,98 punti. Pesano timori per economia cinese.

Quasi tutte le borse dell'America Latina hanno chiuso in ribasso.




✅ Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! — Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

Il Bovespa a San Paolo ha perso il 3,7% a 48.001,98 punti. L'indice brasiliano è entrato nel mercato orso. Il Bovespa ha perso infatti dai massimi annuali più del 20%. La produzione industriale cinese ha significativamente rallentato a novembre. La notizia ha fatto aumentare i timori relativi allo stato di salute dell'economia del principale partner commerciale del Brasile. Il settore dell'acciaio è andato a picco. Companhia Siderúrgica Nacional (BRCSNAACNOR6) ha perso il 6,2%, Gerdau (BRGGBRACNPR8) l'8,6% e Usiminas (BRUSIMACNPA6) il 6,3%. Pioggia di vendite anche sui bancari Banco do Brasil (BRBBASACNOR3) ha perso il 5,8%, Banco Bradesco (BRBBDCACNPR8) il 5,9% e Itau Unibanco (BRITAUACNPR3) il 5,3%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha perso il 6,6%. Il prezzo del petrolio ha chiuso a New York ai minimi dal maggio del 2009.

Tra gli altri indici del continente sudamericano il Merval a Buenos Aires ha perso il 4,4%, il Colcap a Bogotà il 2%, l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,6% e il General a Lima l'1,1%. L'IBC a Caracas ha guadagnato lo 0,2%. La Borsa di Città del Messico è rimasta ferma.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Inizia a fare trade con Avatrade X