La Borsa di San Paolo chiude in ribasso, Vale sotto pressione

Il Bovespa ha perso lo 0,4% a 48.576,55 punti. Scende Petroleo Brasileiro. Bene Fibria Celulose e Suzano.

CONDIVIDI

La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso in rialzo.

Il Bovespa a San Paolo ha perso lo 0,4% a 48.576,55 punti. A pesare sono stati i timori relativi allo stato di salute dell'economia. Gli economisti consultati dalla Banca Centrale del Brasile hanno tagliato di nuovo le loro previsioni di crescita per il 2015. Vale (BRVALEACNPA3) ha chiuso in ribasso del 4,6%. Standard & Poor's ha tagliato il rating sul debito del primo produttore al mondo di minerale di ferro a "BBB+". Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha perso lo 0,9%. BMO Capital ha declassato il titolo del gruppo petrolifero ad "Underperform".
I titoli dei produttori di cellulosa hanno beneficiato dell'indebolimento del real. Fibria Celulose (BRFIBRACNOR9) ha guadagnato il 2,6% e Suzano Papel & Celulose (BRSUZBA02OR9) il 2,2%. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Tra gli altri indici del continente sudamericano l'IPC a Città del Messico ha guadagnato lo 0,2%, il Merval a Buenos Aires lo 0,8%, il General a Lima lo 0,7% e il Colcap a Bogotà lo 0,2%. L'IBC a Caracas ha perso il 5,6% e l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,6%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption