Borse America Latina: Chiusura negativa, Buenos Aires la peggiore

Il Merval ha perso il 2,2%. Quinta seduta negativa di fila per San Paolo.

CONDIVIDI

Tutte le borse dell'America Latina hanno chiuso in ribasso.

Il Bovespa a San Paolo ha perso l'1,8% a 48.293,40 punti. Per il listino brasiliano si è trattato della quinta seduta negativa di fila. La crescente aspettativa che la Fed inizierà presto ad alzare i suoi tassi d'interesse sta spingendo sempre più investitori a ridurre la loro esposizione sui mercati emergenti. A pesare sono stati inoltre i timori legati al rallentamento dell'economia cinese. I prezzi alla produzione sono calati in Cina a gennaio del 4,8%. Si è trattato del più forte calo dall'ottobre del 2009. Vale (BRVALEACNPA3) ha perso il 3%. Il maggiore produttore al mondo di minerale di ferro dipende in particolar modo dalla domanda cinese. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha perso il 4%. Il prezzo del petrolio ha chiuso a New York in ribasso del 3,4%. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Tra gli altri indici dell'America Latina l'IPC a Città del Messico ha perso lo 0,7%, il Colcap a Bogotà lo 0,6%, il General a Lima lo 0,7%, l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,5%, l'IBC a Caracas l'1,8% e il Merval a Buenos Aires il 2,2%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption