Borse America Latina quasi tutte negative, San Paolo -1,8%

Solo la Borsa di Città del Messico ha potuto chiudere in rialzo. Ferme Caracas e Bogotà.

CONDIVIDI

Quasi tutte le borse dell'America Latina hanno chiuso in ribasso.

Il Bovespa a San Paolo ha perso l'1,8% a 56.204,23 punti. A pesare sono stati i timori relativi alle condizioni macroeconomiche. Gli economisti consultati dalla Banca Centrale del Brasile hanno rivisto al rialzo le loro stime sull'inflazione nel 2015. La previsione sul PIL è stata confermata a -1,2%. Tra i bancari Banco Bradesco (BRBBDCACNPR8) ha perso il 2,5% e Itau Unibanco (BRITAUACNPR3) il 2,7%. Secondo delle indiscrezioni di stampa il governo brasiliano avrebbe deciso di aumentare l'imposta sugli utili delle banche. Vale (BRVALEACNPA3) ha perso il 4,6%. Il prezzo del minerale di ferro ha registrato un forte calo. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha perso il 2% nonostante abbia annunciato una trimestrale migliore delle attese degli analisti. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Tra gli altri indici dell'America Latina l'IPC a Città del Messico ha guadagnato lo 0,2%, il Merval a Buenos Aires ha perso il 2,3%, l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,1% e il General a Lima l'1,2%. Le borse di Caracas e Bogotà sono rimaste ferme.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption