Borse America Latina: Solo Caracas resiste alle vendite

Il Bovespa a San Paolo ha perso il 2,5% a 45.477,06 punti.

CONDIVIDI

Quasi tutte le borse dell'America Latina hanno chiuso oggi in ribasso.

Il Bovespa a San Paolo ha perso il 2,5% a 45.477,06 punti. L'indice PMI della CFLP (China Federation of Logistics and Purchasing) relativo al settore manifatturiero cinese è sceso ad agosto a 49,7 punti. Si tratta del più basso livello da tre anni. La notizia ha fatto aumentare ulteriormente i timori dei mercati relativi allo stato di salute dell'economia del primo partner commerciale del Brasile. Vale (BRVALEACNPA3) ha perso il 2,6%. Il maggiore produttore al mondo di minerale di ferro è esposto in particolar modo in Cina. I bancari hanno sofferto anche oggi. Banco do Brasil (BRBBASACNOR3) ha perso il 2,6%, Banco Bradesco (BRBBDCACNPR8) il 2,9% e Itau Unibanco (BRITAUACNPR3) il 2,3%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha perso il 6,5%. Il prezzo del petrolio ha perso a New York il 7,7%. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Tra gli altri indici dell'America Latina l'IPC a Città del Messico ha perso l'1,9%, l'IPSA a Santiago del Cile l'1,4%, il Merval a Buenos Aires l'1,7%, il Colcap a Bogotà il 2,9% e il General a Lima l'1,3%. L'IBC a Caracas ha guadagnato lo 0,6%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption