Borsa San Paolo chiude negativa, forti vendite sulle utilities

Il Bovespa ha perso l'1,4% a 46.710,44 punti.

CONDIVIDI

La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso in ribasso.

Il Bovespa a San Paolo ha perso l'1,4% a 46.710,44 punti. Dalla Cina, il principale partner commerciale del Brasile, sono arrivati nuovi segni di debolezza. I prezzi al consumo sono aumentati a settembre nel Paese asiatico meno di quanto atteso dagli economisti. I prezzi alla produzione sono scesi per il quarantatreesimo mese di fila. Il settore delle utilities è stato particolarmente debole. Energias Do Brasil (BRENBRACNOR2) ha perso il 2%, Centrais Eletricas Brasileiras (BRELETACNOR6) il 3,4% e Companhia Energetica De Sao Paulo (BRCESPACNPB4) il 3,3%. Nel settore retail Grupo Pao de Acucar (BRPCARACNPR0) ha perso il 3,6%. Le vendite al dettaglio sono calate in Brasile ad agosto dello 0,9%. Gli economisti avevano previsto un calo dello 0,6%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha perso il 2,1%, Vale (BRVALEACNPA3) ha guadagnato invece l'1,3%. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Tra gli altri indici dell'America Latina l'IPC a Città del Messico ha perso lo 0,6%, l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,7% e il Colcap a Bogotà l'1,2%. Il General a Lima ha guadagnato l'1%, il Merval a Buenos Aires lo 0,5% e l'IBC a Caracas il 2,3%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption