Borse America Latina quasi tutte negative, San Paolo -0,4%

Solo Caracas ha potuto chiudere in rialzo. Dopo il rally di ieri Buenos Aires ha perso l'1,1%.

CONDIVIDI

Quasi tutte le borse dell'America Latina hanno chiuso in ribasso.

Il Bovespa a San Paolo ha perso lo 0,4% a 47.042,95 punti. A pesare sono stati i timori legati alla crisi politica. Sulla stampa brasiliana è tornata a circolare la voce che il ministro delle Finanze Joaquim Levy possa lasciare il suo posto. La debolezza dei prezzi delle materie prime ha penalizzato Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) e Vale (BRVALEACNPA3). Il titolo del gruppo petrolifero ha perso il 3,2%, quello del maggiore produttore mondiale di minerale di ferro il 2,6%. Dopo il rally di ieri TIM Participacoes (BRTCSLACNPR7) e Oi (BROIBRACNPR8) hanno perso l'8,5%. Il CEO di Telecom Italia (IT0003497168), l'impresa madre di TIM, ha smentito che i due gruppi telefonici brasiliani stiano negoziando su una loro fusione. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Tra gli altri indici dell'America Latina l'IPC a Città del Messico ha perso lo 0,8%, l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,7%, il Colcap a Bogotà lo 0,8%, il Merval a Buenos Aires l'1,1% e il General a Lima lo 0,9%. L'IBC a Caracas ha guadagnato lo 0,6%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption