Borse America Latina: Solo Città del Messico e Caracas chiudono positive

Il Bovespa a San Paolo ha perso il 2,4% a 46.918,52 punti.

CONDIVIDI

La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso in ribasso.

Il Bovespa a San Paolo ha perso il 2,4% a 46.918,52 punti. Il rapporto sull’occupazione negli USA ha superato nettamente le attese degli economisti. Sembra ormai quasi sicuro che la Fed alzerà a dicembre i suoi tassi d’interesse. La misura potrebbe ridurre l’appetibilità degli asset dei Paesi emergenti. Estacio Participacoes (BRESTCACNOR5) ha perso il 6,6%. Il gruppo impegnato nel settore dell'istruzione ha annunciato una trimestrale inferiore alle stime degli analisti. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha perso il 3,6%. Il prezzo del petrolio ha chiuso a New York in ribasso del 2%. Vale (BRVALEACNPA3) ha perso il 5,7%. Una diga di una miniera di ferro gestita dal gruppo brasiliano insieme a BHP Billiton (GB0000566504) ha ceduto sommergendo un distretto della città di Mariana. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Tra gli altri indici dell'America Latina l'IPC a Città del Messico ha guadagnato lo 0,1% e l'IBC a Caracas lo 0,1%. L'IPSA a Santiago del Cile ha perso lo 0,2%, il General a Lima lo 0,1% e il Colcap a Bogotà lo 0,2%. La Borsa di Buenos Aires è rimasta ferma.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption