Borse America Latina chiudono ancora negative, Caracas la peggiore

Il Bovespa a San Paolo ha perso l’1,6% a 37.937,27 punti.

CONDIVIDI

Tutte le borse dell'America Latina hanno chiuso anche oggi in ribasso.

Il Bovespa a San Paolo ha perso l’1,6% a 37.937,27 punti. Era dal marzo del 2009 che l’indice non chiudeva a tali livelli. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha perso un ulteriore 7,2% e chiuso ai minimi da 13 anni. Il Brent è sceso oggi fino a $27,67 dopo che nel fine settimana è stato raggiunto un accordo sul programma nucleare iraniano. Ue, Usa e Onu hanno revocano le sanzioni a Teheran che potrà ora aumentare le sue esportazioni di greggio. Vale (BRVALEACNPA3) ha perso il 4,7% nonostante il prezzo del minerale di ferro sia rimbalzato dopo che la Cina è intervenuta per sostenere lo yuan. Il settore dell’acciaio ha registrato una ripresa. Companhia Siderúrgica Nacional (BRCSNAACNOR6) ha guadagnato il 2%, Gerdau (BRGGBRACNPR8) l'1% e Usiminas (BRUSIMACNPA6) il 6,3%. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Tra gli altri indici dell'America l'IPC a Città del Messico ha perso lo 0,6%, il Merval a Buenos Aires il 2,6%, l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,4%, il Colcap a Bogotà il 2,2% e l'IBC a Caracas il 6,2%. La Borsa di Lima è rimasta ferma.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption