Borse dell'America Latina: Chiusura positiva, San Paolo +1,3%

Tutte le borse dell'America Latina aperte oggi hanno chiuso in rialzo.

Il Bovespa a San Paolo ha guadagnato l'1,3% a 71.560,90 punti. Dilma Rousseff ha vinto le elezioni presidenziali in Brasile. La notizia era scontata ed ha avuto solo un modesto impatto sul mercato. Vale (BRVALEACNPA3) ha guadagnato l'1,2%. L'attività manifatturiera ha accelerato lo scorso mese in Cina, il primo acquirente mondiale di ferro. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha guadagnato il 2,5%. Il prezzo del petrolio ha chiuso oggi a New York in rialzo dell'1,9%. Centrais Eletricas Brasileiras (BRELETACNOR6) ha guadagnato il 3,6%. La prima impresa brasiliana del settore delle utilities ha comunicato di star studiando l'acquisto di riserve di gas.
Cyrela (BRCYREACNOR7) ha perso il 5,1%. I ricavi della prima impresa immobiliare del Brasile sono calati nel terzo trimestre del 37%.

L'IPC a Città del Messico ha chiuso in rialzo dello 0,4% a 35.722,70 punti (nuovo record storico). Tra le blue chips messicane América Móvil (MXP001691213) ha guadagnato lo 0,5%, Grupo Mexico (MXP370841019) lo 0,4% e Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) lo 0,3%. Cemex (MXP225611567) ha perso lo 0,9%.

Tra gli altri listini del continente sudamericano il Merval a Buenos Aires ha guadagnato il 2,3%. Le borse di Santiago del Cile, di Bogotà di Caracas e di Lima sono rimaste ferme a causa della festa di Ognissanti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Inizia a fare trade con Avatrade X