Borse dell'America Latina: Chiusura positiva, San Paolo +1,5%

Tutte le borse dell'America Latina hanno chiuso ieri in rialzo.

Il Bovespa a San Paolo ha guadagnato l'1,5% a 68.517,46 punti. Per l'indice brasiliano si è trattato dell'undicesima seduta positiva di fila. I titoli dei produttori di materie prime hanno guidato la lista dei rialzi. Vale (BRVALEACNPA3) ha guadagnato il 3,4%. Il prezzo del rame ha guadagnato ieri a New York il 2,4% e chiuso ai suoi massimi livelli da più di tre mesi. Nel settore dell'acciaio Companhia Siderúrgica Nacional (BRCSNAACNOR6) ha guadagnato l'1,9%, Gerdau (BRGGBRACNPR8) il 2,4% e Usiminas (BRUSIMACNPA6) lo 0,9%. L'attività manifatturiera statunitense ha rallentato lo scorso mese meno di quanto atteso dal mercato. Le spese per costruzioni sono inoltre a sorpresa aumentate negli USA nel mese di giugno. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha guadagnato il 2,9%. Il prezzo del petrolio ha chiuso ieri al NYMEX in rialzo del 3%.
Embraer (BREMBRACNOR4) ha guadagnato l'1%. Credit Suisse ha alzato il suo rating sul titolo del costruttore brasiliano di aerei da "Underperform" ad "Outperform".

L'IPC a Città del Messico ha guadagnato l'1,6% a 32.816,52 punti. Tra le blue chips messicane América Móvil (MXP001691213) ha chiuso in rialzo del 2,5%, Cemex (MXP225611567) del 2,3%, Grupo Mexico (MXP370841019) dell'1,8% e Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) dell'1%.

Tra gli altri listini del continente sudamericano il Merval a Buenos Aires ha guadagnato il 2,5%, l'IBVC a Caracas lo 0,4%, l'IPSA a Santiago del Cile l'1,3%, il Colcap a Bogotà lo 0,2% e il General a Lima l'1,7%.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS