Borse dell'America Latina: Chiusura positiva, San Paolo la migliore

Tutte le borse dell'America Latina hanno chiuso in rialzo.

Il Bovespa a San Paolo ha guadagnato l'1,7% a 54.330,51 punti. Il PIL della Cina è cresciuto nel secondo trimestre del 7,6%. Si è trattato della più modesta crescita da tre anni. Nonostante ciò il dato è stato migliore di quanto temuto da una parte del mercato. Gli investitori scommettono inoltre che Pechino incrementerà ora i suoi sforzi volti a stimolare l'economia. I titoli dei produttori di materie prime hanno guidato perciò la lista dei rialzi. Nel settore dell'acciaio Companhia Siderúrgica Nacional (BRCSNAACNOR6) ha guadagnato l'1,1% e Gerdau (BRGGBRACNPR8) il 2,1%. Fibria Celulose (BRFIBRACNOR9), il maggior fabbricante di cellulosa del mondo, ha chiuso in rialzo del 2,5%. Vale (BRVALEACNPA3), il maggior produttore mondiale di minerale di ferro, ha guadagnato l'1,8%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha guadagnato il 5,2%. Il gruppo petrolifero ha annunciato che un aumento del prezzo del diesel del 6%.

Tra gli altri indici del continente sudamericano l'IPC a Città del Messico ha guadagnato lo 0,6%, l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,4%, il Colcap a Bogotà lo 0,8%, il Merval a Buenos Aires l'1,3%, il General a Lima lo 0,8% e l'IBVC a Caracas lo 0,2%.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Inizia a fare trade con Avatrade X