etoro

Borse dell'America Latina: Domina il segno più, San Paolo sale dello 0,9%

La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso ieri in rialzo.

Il Bovespa a San Paolo ha guadagnato lo 0,9% a 68.815,97 punti. I profitti delle imprese industriali cinesi sono cresciuti nei primi otto mesi di quest'anno del 55%. La notizia ha fatto aumentare l'ottimismo del mercato relativo alla domanda di materie prime dalla Cina, il principale partner commerciale del Brasile. Nel settore dell'acciaio Companhia Siderúrgica Nacional (BRCSNAACNOR6) ha guadagnato il 2,2%, Gerdau (BRGGBRACNPR8) l'1,3% e Usiminas (BRUSIMACNPA6) l'1,5%. Vale (BRVALEACNPA3) ha chiuso in rialzo del 2,1% e Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) dello 0,8%. Cosan (BRCSANACNOR6) ha beneficiato dell'aumento del prezzo dello zucchero ed ha guadagnato l'1%. Il gruppo brasiliano è il primo coltivatore al mondo di canna da zucchero. Rossi Residencial (BRRSIDACNOR8) ha guadagnato l'1,1%. Morgan Stanley ha avviato la copertura sul titolo dell'impresa immobiliare con "Overweight".

L'IPC a Città del Messico ha chiuso in ribasso dello 0,5% a 33.122,44 punti. Tra le blue chips messicane América Móvil (MXP001691213) ha perso lo 0,6%, Banorte (MXP370711014) lo 0,9% e Grupo Mexico (MXP370841019) lo 0,7%. Cemex (MXP225611567) ha guadagnato lo 0,2%, Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) ha chiuso invariato.

Tra gli altri listini del continente sudamericano il Merval a Buenos Aires ha guadagnato lo 0,9%, il Colcap a Bogotà lo 0,8%, il General a Lima lo 0,7% e l'IPSA a Santiago del Cile l'1%. L'IBVC a Caracas ha chiuso invariato.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS