Borse dell'America Latina positive, Buenos Aires la migliore

Tutte le borse dell'America Latina hanno chiuso ieri in rialzo.

Il Bovespa a San Paolo ha guadagnato lo 0,8% a 70.404,68 punti. La positiva performance registrata da Wall Street ha fatto tornare gli acquisti sul mercato azionario brasiliano. Vale (BRVALEACNPA3) ha guadagnato il 2,7%. Secondo il CEO Roger Agnelli il gruppo minerario potrebbe diventare il prossimo anno il primo produttore al mondo di nichel. Embraer (BREMBRACNOR4) ha chiuso in rialzo del 3,1%. La rivale statunitense Boeing (US0970231058) ha pubblicato una trimestrale migliore delle attese degli analisti ed alzato le stime sul suo utile per l'intero esercizio. Cosan (BRCSANACNOR6) ha guadagnato il 3,4%. Il prezzo dello zucchero è salito ieri a New York ai suoi più alti livelli da otto mesi. Il gruppo brasiliano è il primo coltivatore al mondo di canna da zucchero. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha perso l'1,2% nonostante il prezzo del petrolio sia ieri rimbalzato a New York.

L'IPC a Città del Messico ha chiuso in rialzo dell'1,2% a 34.880,47 punti. Tra le blue chips messicane América Móvil (MXP001691213) ha guadagnato l'1,6%, Cemex (MXP225611567) il 3,5%, Grupo Mexico (MXP370841019) il 2% e Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) l'1,5%.

Tra gli altri listini del continente sudamericano il Merval a Buenos Aires ha guadagnato il 3%, l'IBVC a Caracas lo 0,4%, il General a Lima il 2,2%, l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,1% e il Colcap a Bogotà lo 0,2%.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS