Borse dell'America Latina positive, San Paolo +3%

Tutte le borse dell'America Latina hanno chiuso ieri in rialzo.

Il Bovespa a San Paolo ha guadagnato il 3% a 68.394,30 punti. A spingere gli acquisti è stato l'ottimismo relativo alle prospettive della congiuntura globale. L'indice ZEW relativo alla fiducia degli investitori istituzionali tedeschi è balzato questo mese ai massimi dal giugno del 2010. Le vendite al dettaglio sono aumentate a febbraio negli USA più di quanto atteso dagli economisti. Il mercato specula inoltre che la Cina, il principale partner commerciale del Brasile, prenderà delle misure per sostenere la sua economia. Tra i bancari Banco do Brasil (BRBBASACNOR3) ha guadagnato il 2,6%, Banco Bradesco (BRBBDCACNPR8) l'1,7% e Itau Unibanco (BRITAUACNPR3) l'1,2%. Nel settore immobiliare Cyrela (BRCYREACNOR7) ha chiuso in rialzo del 3,9%, Gafisa (BRGFSAACNOR3) del 2,7%, PDG Realty (BRPDGRACNOR8) del 2,4% e Rossi Residencial (BRRSIDACNOR8) del 3,9%. Nel settore dell'acciaio Companhia Siderúrgica Nacional (BRCSNAACNOR6) ha guadagnato il 4,2%, Gerdau (BRGGBRACNPR8) il 5,2% e Usiminas (BRUSIMACNPA6) il 4,5%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) e Vale (BRVALEACNPA3), i due titoli di maggior peso del Bovespa, hanno guadagnato rispettivamente il 4,3% e il 5,4%.

L'IPC a Città del Messico ha chiuso in rialzo dell'1,1% a 38.019,80 punti. Tra le blue chips messicane América Móvil (MXP001691213) ha guadagnato il 2,1%, Banorte (MXP370711014) lo 0,1%, Cemex (MXP225611567) il 2%, Grupo Mexico (MXP370841019) l'1,2% e Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) l'1,6%.

Tra gli altri listini del continente sudamericano il Merval a Buenos Aires ha guadagnato il 2,6%, il General a Lima lo 0,6%, l'IBVC a Caracas l'1,4%, il Colcap a Bogotà l'1,7% e l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,1%.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Inizia a fare trade con Avatrade X