Borse dell'America Latina: Sale solo Santiago del Cile

La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso ieri in ribasso.

Il Bovespa a San Paolo ha perso lo 0,2% a 70.568,90 punti. Sul mercato azionario brasiliano hanno pesato le perdite dei bancari. Banco Bradesco (BRBBDCACNPR8) ha chiuso in ribasso del 4,5%. La banca brasiliana ha aumentato il suo utile nel terzo trimestre meno di quanto atteso dagli analisti. Sulla scia di Banco Bradesco Banco do Brasil (BRBBASACNOR3) ha perso lo 0,7% e Itau Unibanco (BRITAUACNPR3) il 2%.
Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha guadagnato l'1,3% nonostante il calo del prezzo del petrolio. L'impresa petrolifera ha annunciato di aver scoperto un vasto giacimento di greggio al largo delle coste dello Stato di Sergipe. Vale (BRVALEACNPA3) ha perso l'1%. I prezzi dei metalli di base sono calati ieri sensibilmente a New York.

L'IPC a Città del Messico ha chiuso in ribasso dello 0,3% a 35.262,90 punti. Tra le blue chips messicane América Móvil (MXP001691213) ha perso l'1,5% e Grupo Mexico (MXP370841019) lo 0,5%. Cemex (MXP225611567) e Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) hanno guadagnato lo 0,3%.

Tra gli altri listini del continente sudamericano l'IPSA a Santiago del Cile ha guadagnato lo 0,9%, il General a Lima ha perso lo 0,3% e il Colcap a Bogotà lo 0,4%. L'IBVC a Caracas ha chiuso invariato. La Borsa di Buenos Aires è rimasta ieri ferma.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Inizia a fare trade con Avatrade X