etoro

Borse dell'America Latina: Salgono solo Caracas e Lima

La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso ieri in ribasso.

Il Bovespa a San Paolo ha perso il 2% a 51.243,60 punti. L'inflazione ha accelerato a settembre in Brasile per il terzo mese di fila. Sul mercato azionario brasiliano ha pesato inoltre l'aumento dei timori relativi alla crisi in Europa. Fitch ha declassato sia l'Italia che la Spagna. Tra i bancari Banco do Brasil (BRBBASACNOR3) ha perso il 3%, Banco Bradesco (BRBBDCACNPR8) il 2,5% e Itau Unibanco (BRITAUACNPR3) l'1,2%. Nel settore immobiliare Cyrela (BRCYREACNOR7) ha chiuso in ribasso dell'1%, Gafisa (BRGFSAACNOR3) del 3,2%, PDG Realty (BRPDGRACNOR8) del 4,3% e Rossi Residencial (BRRSIDACNOR8) del 2,7%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha chiuso in ribasso del 2,9%. Bank of America ha tagliato le sue stime sull'utile del gruppo petrolifero per il 2011 ed il 2012. Tra i minerari MMX Mineração e Metálicos (BRMMXMACNOR2) ha perso il 5,8% e Vale (BRVALEACNPA3) il 2,5%. I prezzi dei metalli di base hanno frenato ieri a New York.

L'IPC a Città del Messico ha chiuso in ribasso dello 0,8% a 33.005,10 punti. Tra le blue chips messicane América Móvil (MXP001691213) ha perso lo 0,3%, Cemex (MXP225611567) il 2,5% e Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) lo 0,8%. Banorte (MXP370711014) ha guadagnato lo 0,4% e Grupo Mexico (MXP370841019) lo 0,6%.

Tra gli altri listini del continente sudamericano il Merval a Buenos Aires ha perso l'1,5%, l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,6% e il Colcap a Bogotà lo 0,4%. L'IBVC a Caracas ha guadagnato lo 0,3% e il General a Lima lo 0,1%.




✅ Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! — Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato